L’ammaestratore di Istanbul: dal 18 febbraio in libreria

Lascia un commento

febbraio 10, 2009 di elettrastamboulis


L'ammaestratore di Istanbul

L'ammaestratore di Istanbul

Piccolo spazio di promozione di un libro che ha richiesto tre anni di ricerche: esce per comma 22 il libro disegnato da Gianluca Costantini e scritto da me sulla figura di Osman Hamdi, intellettuale ottomano vissuto a cavallo di ‘800 e ‘900. Si tratta di una figura straordinaria: primo pittore che ritrasse con modi naturalistici le donne, fu il fondatore del Museo Archeologico di Istanbul, lo scopritore delle tombe regali di Sidone (tra cui quella considerata all’epoca di Alessandro Magno) e Nemrut Dagh, primo archeologo dal nome orientale ad essere accolto nella Società degli archeologi europei, fu anche l’ideatore della legge che protegge il patrimonio artistico del suo Paese dai paesi stranieri. Negli ultimi anni della sua vita organizzò anche la prima Accademia d’Arte dell’impero ottomano, divenuta poi la Mimar Sinan. Eppure il suo nome non compare nei libri d’arte o di storia culturale dell’occidente. La sua storia ci ha appassionato, perché abbiamo intravisto in questa rimozione il segno di un “orientalismo” di ritorno che mette sempre al centro dell’ombelico culturale l’Oriente letto dall’Occidente e non concede cittadinanza a chi dal cosiddetto Oriente ha fatto cultura. E comunque è stato un viaggio alla scoperta di un mondo ancora opaco, sul quale ci sono numerosi pregiudizi. Lo scardinamento dei pregiudizi è uno dei nostri tarli  e quindi Osman è stato un personaggio che ci ha avvinto nella sua storia. Il libro è una sorta di diario di viaggio che racconta tenendo conto del nostro punto di vista, limitato e soggettivo, un percorso nelle immagini e nelle atmosfere della Turchia di oggi. Un Paese che abbiamo molto amato, con le sue plurime contraddizioni e un’energia che nulla a che vedere con le immagini naif delle cartoline turistiche.

Il libro era stato presentato in anteprima, mentre lo stavamo ancora terminando, al Teatro Rasi a Ravenna nell’ambito della nonscuola: qui c’è un breve filmato con i ragazzi che hanno letto dal vivo le prime pagine http://www.youtube.com/watch?v=Ht9Y8imcECA

l'addestratore di tartarughe

l'addestratore di tartarugheL'addestratore di tartarughe rappresenta per l'arte turca la "monna lisa" della pittura storica. E' lo stesso Osman che si autorappresenta vestito da derviscio all'interno della moschea di Bursa. Si credeva che i dervisci fossero capaci di ammaestrare le tartarughe con l'uso della musica: le interpretazioni su questo quadro sono molteplici. Parte di queste sono raccontate nel libroLa famiglia di Osman HamdiGli scavi di Sidone

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

febbraio: 2009
L M M G V S D
« Dic   Mar »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
232425262728  

Blog Stats

  • 37,791 hits
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: